SENTONO DEI RUMORI PROVENIRE DA UNA PALUDE – CON ORRORE CAPISCONO CHE QUALCUNO CERCA AIUTO

 

Le storie di cani maltrattati e abbandonati ogni volta ci spezzano il cuore. E allo stesso tempo ci fanno capire quanto può essere crudele l’essere umano. Per fortuna, ci sono anche molte persone che fanno la differenza nella quotidianità degli animali, salvandone moltissimi.

È il caso di questa coppia di guardie forestali, a Longview Lake, in Kansas, negli Stati Uniti.

Le due guardie quel giorno erano in un bosco durante una tipica giornata di lavoro, quando hanno sentito degli strani rumori provenire da non troppo lontano da dove si trovavano.

Mentre si avvicinavano al luogo da dove provenivano i suoni, si sono resi conto che si trattava di guaiti strazianti e una volta arrivati a una radura hanno fatto una scoperta sconvolgente: c’era un cane nel fango, sporco e da solo, attaccato ad un blocco di cemento, che letteralmente stava gridando per farsi sentire e chiedere aiuto.

 

Il cane, che è stato poi chiamato Deputy, era stato deliberatamente lasciato lì. I due uomini si sono così precipitati verso di lui per aiutarlo e portarlo dal veterinario.

Là, un medico lo ha esaminato ed è stato categorico: il cane era in buona salute e non sembrava essere rimasto da solo per un lungo periodo di tempo (fortunatamente).

Le guardie forestali lo avevano trovato quasi subito, altrimenti chissà che fine avrebbe fatto. Adesso può trovare una amorevole famiglia, speriamo solo che sia più fortunato, questa volta!

Il caso non è comunque stato chiuso, perché la polizia sta indagando per scoprire chi ha abbandonato Deputy nella foresta.

Questa storia ci dimostra ancora una volta che dobbiamo continuare a lottare contro tali atti commessi verso i nostri amici a quattro zampe.